16 giugno 2006. Amicizie pericolose

Giuro di aver sentito per televisione, stasera intorno alle 20:15, un qualche mezzobusto annunciare che l’American Jewish Committee (AJC, l’organizzazione nata ufficialmente con “lo scopo di difendere i diritti degli ebrei e volta alla promozione del dialogo interculturale e interreligioso in America e nel mondo”) ha conferito all’ambasciatore italiano negli Stati Uniti Giovanni Castellaneta un riconoscimento per le manifeste dimostrazioni di amicizia dell’Italia nei confronti di Israele. Non mi è riuscito di trovare traccia della notizia da nessuna parte, ma ho dei testimoni. Mi viene da pensare che forse questo riconoscimento da parte dell’AJC fa seguito all’incontro del pomeriggio di venerdì 17 marzo 2006, quando l’allora Presidente del Senato, Marcello Pera, ricevette a Palazzo Giustiniani una delegazione dell’AJC guidata dal Presidente Robert Goodkind. Della delegazione facevano parte anche il Rabbino David Rosen (responsabile degli affari interreligiosi) e Lisa Palimeri-Billig (rappresentante dell’AJC in Italia e presso la Santa Sede), oltre ai membri del Comitato Esecutivo.

Curiosamente, Marcello Pera aveva ricevuto in un’altra occasione una delegazione dell’AJC, guidata stavolta dal Direttore esecutivo David Harris, e precisamente venerdì 17 marzo 2005.

A volte c’è davvero da rispolverare quel che diceva la nonna — dagli amici mi guardi Iddio, che dai nemici mi guardo io…

P.S.: In compenso l’altro ieri, 14 giugno, sempre l’ambasciatore Castellaneta è stato insignito della Legion d’Onore dal presidente francese Jacques Chirac: all’ambasciatore italiano la notizia è stata comunicata dal suo collega francese a Washington, Jean-David Levitte, che ha sottolineato come il conferimento dell’onorificenza sia indice delle eccellenti relazioni bilaterali tra Italia e Francia.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*