Si ricomincia

Dovrei dire che le vacanze ormai sono un ricordo e che, avendo ripreso a lavorare già da una ventina di giorni, sono a regime. Macché.
Riprendere quest’anno è dura, e oscillo fra momenti di catatonia vacanziera e iperattività da stress: tanto che avrei un sacco di cose da scrivere su questo povero blog ma non riesco a concentrarmi.

Per esempio, mi era sfuggito il ricordo di un altro 11 settembre; e anche il fatto che da qualche parte, forse, qualcosina si muove sulla tragedia della Palestina in direzione — udite udite! — anti-israeliana.
In compenso, il rumore di fondo della diatriba Berlusconi/Rest-of-World sembra ovattare tutto il resto: e se non si sta più che attenti si finisce per perdere di vista le questioni fondamentali.

Si ricomincia, non c’è storia. Si deve ricominciare. Ma soprattutto si deve continuare.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*