«Il terremoto di Haiti? Un patto col diavolo»: parola di Robertson

Credevo di aver capito male leggendo che Pat Robertson, l’ineffabile telepredicatore evangelista americano di cui occasionalmente mi sono già occupata, ha attribuito il disastroso terremoto di Haiti a un patto col diavolo stipulato un buon duecento anni fa dagli antenati degli attuali abitanti dell’isola caraibica.
Invece avevo capito benissimo, come conferma il seguente recentissimo articolo:

Terremoto ad Haiti, per Pat Robertson colpa di un patto col diavolo

Nel corso della trasmissione The 700 Club, andata in onda ieri sul Christian Broadcasting Network, il famoso tele-predicatore statunitense Pat Robertson ha così commentato il tremendo sisma che ha colpito Haiti causando la morte di migliaia di persone. Secondo Robertson, sarebbe la conseguenza di un patto col diavolo stipulato dagli abitanti di Haiti agli inizi dell’Ottocento per ottenere l’indipendenza dalla Francia: “gli haitiani chiamarono il diavolo e gli dissero che sarebbero stati servi suoi se lui li avesse liberati dalla Francia. Il diavolo disse ‘Va bene, d’accordo’, e da quel giorno nulla fu più come prima”. Per questo, ha affermato Robertson, “ottenuta l’indipendenza gli abitanti di Haiti sono passati da un disastro all’altro”. Per supportare la sua tesi, Robertson ha messo in risalto le differenze economiche tra Haiti e la confinante Repubblica Domenicana.
Le dichiarazioni di Robertson, personaggio influente della destra statunitense e non nuovo a uscite di questo genere, hanno portato al secco commento del portavoce della Casa Bianca, Robert Gibbs: “Non finisce mai di stupirmi il fatto che in momenti di sconcertante sofferenza umana come questi, qualcuno dica cose che possano essere così tremendamente stupide”.

A riprova del fatto che, come diceva Einstein, «soltanto due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana — e non sono sicuro del primo».

1 Comment on «Il terremoto di Haiti? Un patto col diavolo»: parola di Robertson

  1. In quanto a stupidità i telepredicatori americani vanno oltre l’ infinito ……

Rispondi a Amerigo Annulla risposta

Your email address will not be published.

*