«Israele potrebbe dover annientare l'Europa»

Gira in rete la lieta novella che, in caso di extrema ratio, Israele potrebbe trovarsi nella spiacevole necessità di distruggere il continente europeo. È quanto avrebbe dichiarato Martin van Creveld, storico militare israeliano.
In realtà l’allarme è cosa vecchia, se già nel 2005 ne parlava Maurizio Blondet, riferendo fatti già avvenuti nel 2003.
La cosa interessante, però, è che in quello scritto del 2005 Blondet esponeva una serie di riflessioni che risultano ancora straordinariamente attuali e che sarebbe bene, forse, non etichettare sbrigativamente come “complottismo”.
In ogni caso, occorre prendere atto che i tempi cambiano, e occorre adeguarsi: finita l’epoca della spada di Damocle, adesso dovremo temere la spada di Davide.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*