«I am Israhell», di Gilad Atzmon

Un ottimo scritto di Gilad Atzmon, tradotto in italiano da Andrea Carancini.

IO SONO ISRAELE

Io sono Israele. Sono giunto in una terra senza popolo per un popolo senza terra. La gente che stava qui non aveva diritto di stare qui e il mio popolo ha mostrato loro che dovevano andarsene o morire, radendo al suolo 480 villaggi palestinesi ed estirpando la loro storia.

Io sono Israele. Alcuni esponenti del mio popolo hanno commesso dei massacri e in seguito sono diventati Primi Ministri per rappresentarmi. Nel 1948, Menachem Begin era a capo del reparto che massacrò gli abitanti di Deir Yassin (…), tra cui 100 uomini, donne e bambini. Nel 1953, Ariel Sharon guidò il massacro degli abitanti di Qibya (…), e nel 1982 permise ai nostri alleati di massacrare circa 2.000 persone nei campi profughi di Sabra e Chatila (…). [continua qui]

Leave a comment

Your email address will not be published.

*