Israele, il "Giornale", i servi e i ciechi

Oggi sarò un po’ volgare, abbiate pazienza e non dite che non ve l’avevo detto.

Quando ero ragazza io, quelli che leggevano il “Giornale” di Montanelli lo nascondevano per paura.
Adesso, quelli che leggono il “Giornale” di Feltri dovrebbero nasconderlo ugualmente — per vergogna.

E’ inammissibile che, dopo quello che è successo ieri in acque internazionali, un giornale possa titolare «Israele ha fatto bene a sparare». Come è inammissibile manipolare la verità in modo così smaccato e scodinzolante.

Non mi stupisce che su questo “Giornale” scrivano Fiamma Nirenstein e Renato Farina — che collocherei nel primo gruppo indicato nel titolo; invece mi dispiace moltissimo che ci scriva Gian Micalessin, che ho conosciuto molti anni fa e che considero un ottimo reporter di guerra nonché una persona corretta. Mi rincrescerebbe mutar giudizio, ma i fatti sono fatti. Lo metto nel secondo gruppo, peccato.

Del resto, se persino l’Onu cala le braghe di fronte a una così evidente e insultante violazione del diritto internazionale, che ci possiamo aspettare?

«Verrà un giorno…», profetava fra Cristoforo. Speriamo, aggiungo io.

7 Comments on Israele, il "Giornale", i servi e i ciechi

  1. per ZIGO
    —————————————
    Grazie del Suo commento: Le ho risposto qui —> http://www.alessandracolla.net/?p=448

    Saluti
    A.

  2. per FRANCESCO
    ———————————————-

    Grazie, caro. Se non ci fossi tu a tirarmi un po’ su di morale… ;-)

    Ma permettimi una correzione: noi non siamo a sovranità limitata. Noi siamo una colonia.

    Ti servisse mai un po’ di Plasil per bloccare il vomito, ne ho una bella scorta.

    Ciao

    a.

  3. Ciao Alessandra,
    se ti vuoi incazzare un pò di più ti posso consigliare
    questo: http://notizie.tiscali.it/articoli/esteri/10/06/01/israele-intervista-paganoni-marco.html

    Frattini, dopo avere affermato che non era ancora chiaro come si fossero svolti i fatti (un atto di pirateria in acque internazionali: più chiaro di così) “auspicava” il rilascio dei nostri concittadini. Auspicava, hai capito, non “pretendeva”, come dovrebbe faare il Minisro degli Esteri di un paese sovrano. Dimenticavo: noi siamo a sovranità limitata, sotto il controllo Usraeliano.
    Ciao,

    Francesco

  4. Mi pare purtroppo che commentare cosí il Giornale sia troppo molle e insignificante. Qua si tratta di accusare gli innocenti di terrorismo ed i colpevoli di innocenti. Israele pretende che i pacifisti erano armati e per dimostrarlo fa vedere uno che usa una stecca per difendersi dai soldati. Poi aggiunge la foto di una fionda che dice di aver sequestrato. Come sempre, aggiunge che il suo diritto di difendersi é quello di uccidere…Anche quelli che non gli fanno niente. Per un tiro di schioppo risponde con un bombardamento e la distruzione di mezza città. Si direbbe che il solo fatto di pensar male di Israele, puó essere sanzionato con la morte!

  5. per ANDREA
    —————————————–
    A me la Littizzetto non è mai piaciuta.

  6. Hai pienamente ragione Alessandra, questi signori dovrebbero vergognarsi.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*