Ancora caccia al lupo?

 

gray-wolf-forest-in-winter-kewl

Disgustosa ipocrisia dell’homo insipiens, atroce parodia del sapiens di un tempo: torniamo a dare la caccia ai lupi per difendere le greggi.
Difendere le greggi? Davvero? E da che cosa? Dal mattatoio? Perché è lì che finiranno, cosa credete? A meno che non siate veramente convinti che macellare orrendamente milioni di animali ogni anno sia più naturale e più etico che lasciar funzionare il meccanismo della predazione.

Mi sento un po’ (più) stupida (del solito) a dire che ovviamente su tutto sta l’auri sacra fames, l’esecrabile avidità di guadagno che riduce persino i viventi a mera merce di scambio, azzerando quell’empatia che pure dovrebbe esistere fra i senzienti che condividono il viaggio su questo pianeta.

So di averlo già detto, ma lo ripeto volentieri: c’è qualcosa di profondamente sbagliato nel modo in cui la specie umana si è evoluta. Penso davvero che siamo in presenza di una mutazione antropologica, e la cosa non solo non mi piace ma mi spaventa. E non sono minimamente ottimista sulla possibilità di invertire tendenza in modo pacifico; credo, invece, che solo una catastrofe ci salverà — non dall’estinzione, ma dall’hybris.

Leave a comment

Your email address will not be published.

*