Carlo Terracciano

Que le temps passe…

  Auguri, Carlo carissimo, oggi come sempre, come ogni 10 ottobre. L’anno passato non ho scritto niente, è vero: ero in uno di quei miei momenti cupi che tu non hai mai conosciuto, perché te ne sei andato prima. Ma sono certa che se tu fossi ancora qui, di sicuro…

Read More

Parecchi anni fa, a Firenze, andai col mio amico Carlo a vedere un film da brivido, Un fiore nel deserto, ingiustamente negletto da pubblico e critica (ci scrissi anche una recensione, se la ripesco la pubblico): una storia di ordinario disagio familiare sullo sfondo degli esperimenti atomici americani nel Nevada…

Read More

Auguri puntuali in un giorno d’ottobre

Carlo carissimo, stavolta come vedi sono puntuale — mica come l’anno scorso. Cosa rara, per me, lo sai: tu che mentre mi affannavo a finire di prepararmi per affrontare un’altra vertiginosa giornata di vacanza (non erano mai riposanti, le vacanze da te a Firenze) eri già uscito a prendere giornale…

Read More

Per il compleanno di un permaloso

Carlo carissimo, accidenti se sei suscettibile. L’ho sempre saputo, per la verità, e ne sono una prova gli innumerevoli rapporti rotti e ricuciti e di nuovo rotti e mai rabberciati di cui sono stata, più o meno volontariamente, testimone. Pure, la nostra amicizia non ha mai conosciuto alti e bassi:…

Read More

Per un compleanno

Cher Carlo, eccoci di nuovo a fare il consuntivo di un altro anno (il settimo…) che ci vede divisi, io come al solito qui e come al solito vagabonda e tu chissà dove — ma mi sembra di vederti che prendi appunti sul tuo quadernone azzurro, o mediti camminando magari…

Read More

Per il compleanno di un amico

Carlo carissimo, sono passati sei anni e il 3 settembre non ero qui. Ero, invece, a ricordarti nel modo più degno insieme ai tuoi amici più cari — e il fatto di appartenere anch’io a quel manipolo di felici pochi è una cosa che mi riempie di gioia e di…

Read More