Specismo

Ho qualche anno in più della senatrice a vita Elena Cattaneo. Se fossi stata in lei, al momento della nomina avrei compiuto qualche gesto apotropaico: come recita l’art. 59, comma 2 della nostra Costituzione, il Presidente della Repubblica può nominare senatori a vita «cinque cittadini italiani che hanno illustrato la…

Read More

Il 1° settembre 2013, a Sarzana (Sala Canale Lunense, h. 10:30), nell’ambito del Festival della Mente, il prof. Silvio Garattini terrà una conferenza. E allora? Allora, da questa manciata di parole possiamo tirar fuori alcune informazioni piuttosto significative — soprattutto perché difficilmente le potrete leggere o sentire. Mettetevi comodi, ché…

Read More

Se le persone meditassero veramente su cosa sono i mattatoi (e sul percorso che lì si conclude) non soltanto il 15 giugno ma almeno una volta a settimana, il mondo sarebbe un posto migliore. Per tutti. E non basta una benedizione per lavare tutto questo sangue.

Read More

Devo rassegnarmi: il discusso movimento “femminista” delle Femen continua a riempire le pagine dei giornali. Avrei preferito che il clamore mediatico si placasse un po’ prima di parlarne anch’io, ma pare che la faccenda sia destinata ad andare per le lunghe. Ora, ci sono due modi di affrontare un tema:…

Read More

«Prima ti ignorano; poi ti deridono; poi ti perseguitano; infine vinci». Questo, in sintesi, l’iter obbligatorio per ogni rivoluzione che si rispetti. Ora, l’antispecismo è di fatto una rivoluzione, ovvero un movimento teso al cambiamento radicale di uno stato di cose: in questo caso, l’inganno antropocentrista con tutti i corollari…

Read More

Apprendo ora dall’amica Rita Ciatti che «Pierpaolo Farina, l’autore dell’articolo in Qualcosa di… sinistra in cui confonde un’azione di disubbidienza civile con un attacco terroristico, scrive sulla sua bacheca: “È ora che la politica cominci a prendere sul serio e a reprimere, con la forza se è necessario, il nuovo…

Read More

Vengo da un’altra epoca. Un’epoca in cui si voleva ridisegnare il mondo, e le estreme — quelle serie, non quelle dei picchiatori inebetiti e indottrinati degli opposti schieramenti tanto graditi ai piani alti — le estreme, dicevo, non si fronteggiavano ma si confrontavano, e si spaccavano la testa a colpi…

Read More

Il testo che segue si basa su parte di uno scritto più ampio destinato (sembrerebbe) alla pubblicazione — se così non fosse, lo riporterò per intero in questa sede. Ho tolto parecchio dal testo originale, e  ho aggiunto qualcosa, segnatamente il brano di Marti Kheel in chiusura. “Ecofemminismo”, in Italia,…

Read More