Giorni bianchi giorni neri

La scoperta del Potere, vent'anni dopo

C’è un tempo per tutte le cose sotto la volta del cielo, insegna il Qoelet. (È una lezione che ho imparato molto presto e che ha un posto importante nella mia storia personale — ma questi son fatti miei e non voglio tediare nessuno). Dunque mi sembra legittimo invocare per…

Read More

L'archivio del Vasari resti in Italia!

Ricevo e volentieri rendo noto, con preghiera di far girare e soprattutto di firmare (chissà mai che serva a qualcosa). Ciao a tutti, i mass-media oggi hanno dato una notizia che ha dell’incredibile: la vendita dell’archivio del Vasari, contenente il carteggio tra il Vasari e Michelangelo! Un’imprenditoria seria dovrebbe investire…

Read More

Chi si ricorda dei bambini di Gorla?

Giusto cinque anni fa, su un blog dimenticato scrivevo quanto segue, per ricordare a modo mio i bambini di Gorla, uccisi dalle bombe liberatrici dei soliti americani. Non ho nulla da aggiungere a quanto scrissi allora, e ripropongo quel post così com’è. Con un pensiero di madre a quei bimbi….

Read More

Afghanistan: le inutili morti italiane

Insomma sono morti ancora sei parà laggiù a Kabul, un puntino su una porzione di carta geografica non troppo familiare a parecchi italiani. La cosa sgomenta: perché la morte, anche se è un destino comune e inevitabile, atterrisce sempre per quel suo essere l’Ignoto con la I maiuscola. Anche se…

Read More

Per l'Amico

Cher Carlo, sono rientrata da poco dal periodo vacanziero e non ho voglia di far niente, ci credi? Te ne sei andato quattro anni fa, e non posso neppure più telefonarti per condividere certe stanchezze e certo tedio che ci prendeva, a tratti, strappandoci confidenze e disperazioni destinate ad annegare…

Read More

Gabriele Sandri e Alessandro Di Lisio, morti di maladivisa

Ecco, ho coniato un neologismo (credo) — maladivisa. Non credo di doverlo spiegare, basta pensare alla malasanità e il concetto è chiaro. Gabriele Sandri e Alessandro Di Lisio sono morti entrambi di maladivisa, dunque. Il primo perché a indossare la divisa era uno che non ci aveva capito niente; il…

Read More

Il terremoto genera mostri

Non è abbastanza che le genti d’Abruzzo debbano vedersela col terremoto e con le disgrazie del caso. No. Siccome piove sempre sul bagnato, devono anche fare i conti con nuovissimi mostri come la povera cretina di Matrix che se ne va in giro nottetempo a chiedere agli sfollati com’è che…

Read More

Gerald Celente: l'apocalisse prossima ventura

Tutti a parlare di Gerald Celente, l’amministratore delegato del Trends research Institute che il 10 novembre 2008, in un’intervista rilasciata a Fox Business ha esposto pubblicamente le sue previsioni sul futuro degli Stati Uniti: secondo Celente (che pare avesse già previsto l’implosione dell’URSS e la caduta del Muro di Berlino…

Read More

Quattro novembre

Che era ieri — festa della vittoria, o dell’armistizio, o di non so bene cosa. Non ho seguito tanto neppure le varie celebrazioni e cerimonie: ho orrore della retorica. In particolare, quando sento parlare di guerra ed eserciti mi viene in mente, che assurdità, un brano del libro Cuore che…

Read More