Media&Propaganda

Parecchi anni fa, a Firenze, andai col mio amico Carlo a vedere un film da brivido, Un fiore nel deserto, ingiustamente negletto da pubblico e critica (ci scrissi anche una recensione, se la ripesco la pubblico): una storia di ordinario disagio familiare sullo sfondo degli esperimenti atomici americani nel Nevada…

Read More

Bisanzio? È Sparta

Insomma ce l’hanno fatta. Da oggi, tanto per cominciare, l’IVA aumenta di un punto percentuale. Ho cercato di spiegare la cosa a mio figlio, più che altro per indurlo a frenare le sue esorbitanti richieste di preadolescente ignaro di meccanismi economici. Mi ha stoppato subito: «Ma come?!? C’è la crisi,…

Read More

Referendum: quattro “sì”, e vi spiego perché

I referendum si avvicinano, e qualcuno mi ha chiesto ragione dei quattro “sì” che campeggiano nel mio nuovissimo avatar su facebook. È presto detto: due sono per l’acqua, bene pubblico e vitale — perché non mi piace l’idea che qualcuno voglia seriamente lucrare sopra sor Aqua, la quale è multo…

Read More

Ballottaggio, entropia e vecchie zie

Il mio amico Alberto sollecita le mie impressioni sull’esito elettorale di Milano e sul prossimo ballottaggio. Non abito a Milano, e non voto. Farò un’eccezione per i referendum del 12-13 giugno — quattro “sì” secchi, perché l’acqua è di tutti e il valore vitale non ha un prezzo; perché la…

Read More

Lettera ai Signori Terroristi che minacciano il mondo

Gentili Signori Terroristi, so perfettamente che in questo momento siete assai affaccendati e dunque prometto che vi ruberò pochissimo tempo. L’uccisione di Osama Bin Laden è stata un fulmine a ciel sereno per tutti: ma, più che sparigliare le carte, ha permesso di quadrare il cerchio con straordinario tempismo —…

Read More

Le strane equazioni della Lega: “più bombe, più immigrati”

È incredibile come ci casco sempre. Baudelaire diceva di sentirsi, a volte, sfiorato dall’ala dell’imbecillità: a me invece ogni tanto sembra che mi si schianti addosso un Canadair a pieno carico, quando credo a certe cose. E mi piglierei a schiaffi da sola. Infatti l’altro ieri, ritagliandomi un coriandolo di…

Read More

La tragedia di un paese ridicolo

Ho pochi lettori, ma dio sa se sono esigenti. È da dieci giorni che mi martellano per sapere che penso della vicenda osée che vede coinvolto il nostro presidente del Consiglio. Se volessi fare l’antipatica, risponderei che siccome pensare è faticoso preferisco affaticarmi su ciò di cui valga la pena…

Read More

La scomparsa di Yara Gambirasio: buonsenso batte forcaiolismo 1 a 0

A me m’hanno rovinato gli americani. Tutti quei film col coraggioso reporter dalla sigaretta incollata all’angolo della bocca e il cappellaccio calcato sulla nuca, che pesta furiosamente sui tasti della Remington d’ordinanza per lanciare al mondo la sua denuncia, inchiodare i cattivi alle loro responsabilità e ristabilire l’ordine delle cose…

Read More

La strage di Brescia (1 – continua)

dal “Corriere della Sera”, 14 novembre 1974 Cos’è questo golpe? Io so di Pier Paolo PASOLINI Io so. Io so i nomi dei responsabili di quello che viene chiamato “golpe” (e che in realtà è una serie di “golpe” istituitasi a sistema di protezione del potere). Io so i nomi…

Read More