Personaggi e personagge

Di pestaggi, sciacalli e insomma miserie

In questi giorni ero così occupata a dare un taglio a capelli e situazioni che non ho avuto neanche il tempo di commentare un paio di fatterelli. Fatterello n. 1: sabato 2 ottobre, a Perugia, mentre è in attesa di presentare il suo libro — «Fuori dal cerchio – Viaggio…

Read More

Il peggiore amico dell'uomo

Non seguo molto le cronache, in questi giorni, ma mi par di capire che Gianfranco Fini si sia ficcato (o sia stato ficcato, come usa ai giorni nostri) in un bel ginepraio. Sarà contento Berlusconi, una volta tanto che non fa da puntaspilli istituzionale. Come ho già detto, nulla può…

Read More

Le noie della villeggiatura

Sarà l’ozio vacanziero, sarà la quiete montana, fatto sta che quest’estate mi sembra noiosa. Non c’è nulla di nuovo nei militari italiani morti in Afghanistan: sono volontari, è vero, e fa parte del gioco. Ma suppongo che sia ugualmente seccante partire convinti di essere in missione di pace e poi…

Read More

Gianfranco Fini: il suo universo non è il mio

Devo farmene una ragione: sono veramente scivolata in un universo parallelo e non riesco a uscirne. Non possedendo lame sottili, né essendo capace di flippare, temo che mi toccherà restare in questa pagina del Grande Libro finché un caso fortunato (Tyche aiutami!) non mi consentirà di tornare da dove sono…

Read More

Maroni: "body scanner anche nelle stazioni ferroviarie"

Non è una barzelletta, è un’agenzia: La prima fase di sperimentazione si è conclusa a fine aprile, ma il garante della Privacy ha mosso dei rilievi ROMA – “A fine luglio, finita la sperimentazione dei body scanner nei tre aeroporti di Roma, Malpensa e Venezia, credo che li installeremo in…

Read More

«Come ammazzare e cavarsela, ai tempi del sindaco Gianni Alemanno»

Lucide ed eccellenti riflessioni (come sempre, del resto) da Kelebek: Come si fa ad ammazzare in acque internazionali, in gran parte con colpi alla nuca, nove persone che portano aiuti umanitari, e cavarsela? In genere il trucco consiste nell’invocare l’antisemitismo.[1] A diversi giorni di distanza dalla strage, l’esercito israeliano fa…

Read More

Di patria e di mamme

Un paio di pellegrini che frequentano questo spicchio di Webland mi hanno chiesto perché non ho scritto niente sui militari italiani morti in Afghanistan. La risposta educata è “perché me n’è mancato il tempo” — ho una vita piuttosto densa nel mondo reale, e le incursioni nel web non mi…

Read More

Santanché: perché?

Non c’è un vero motivo per cui io mi debba occupare (ancora) della prezzemola Garnero-in-Santanché. Ma siccome ho scoperto di non essere ancora uscita dalla beata fase infantile in cui tutto è “perché?”, mi chiedo: 1) perché una che è stata p.r. come organizzatrice degli spogliarelli di porno-star nella discoteca…

Read More