Prohibiti

30 gennaio 1945: il naufragio della "Gustloff"

La data del 30 gennaio è una di quelle che ogni anno scatenano le opposte tifoserie. L’evento ricordato, solitamente, è sempre lo stesso — l’ascesa di Adolf Hitler al Cancellierato tedesco nel 1933 —, ma muta il segno delle celebrazioni: sdegno ed esecrazione in campo democratico-antifascista, entusiasmo e perfino delirio…

Read More

I bambini della tigna: altro olocausto, altra memoria

In Israele devono essere in tanti a conoscere il nome di Chaim Sheba: a lui, infatti, è intitolato il prestigioso Chaim Sheba Medical Center di Tel HaShomer — il più grande complesso ospedaliero israeliano. Omaggio doveroso a questo medico di origine romena (nasce Chaim Scheiber, nel 1908, a Frasin, da…

Read More

Gaza: «Con le lacrime nel cuore»

Per gentile concessione dell’autore Claudio Di Giorgio e dell’editore, che ringrazio pubblicamente per la cortese disponibilità, posto uno stralcio del testo che apparirà in forma integrale sul giornale telematico del Centro Studi Soratte. Buona lettura. Come si può scrivere di ciò che sta accadendo nella Striscia di Gaza, quando le…

Read More

Israele deve essere giudicato dalla Corte Penale Internazionale – Petizione universale

Da firmare. E basta. da TLAXCALA – la rete di traduttori per la diversità linguistica Circa 300 tra ONG e associazioni chiederanno al Procuratore della Corte Penale Internazionale di aprire un’inchiesta sui crimini di guerra commessi da Israele a Gaza. Il vostro sostegno è indispensabile. Firmate e fate circolare questa…

Read More

Chiedo scusa se parlo di Durruti…

Che poi Durruti è un pretesto. Perché di Josè Antonio Primo de Rivera ne hanno (ne avete?) già parlato tutti, ricordando quel 20 novembre del 1936 in cui il giovane capo della Falange finì morto ammazzato (“giustiziato”, mi pare che si dica) dai combattenti repubblicani. A poche ore di distanza…

Read More

Rahm Israel Emanuel, che siede alla destra di Obama

In inglese suona meglio, ammettiamolo — “chief of staff”. È lui la prima nomina del neoeletto presidente americano Obama. La cosa è stata accolta con gioia dalla stampa israeliana, dal momento che Emanuel, figlio di un pediatra di Gerusalemme, ha già dimostrato la sua devozione verso la terra dei padri….

Read More

Gianfranco Vazzoler: il coraggio di parlar chiaro

Con le dichiarazioni che riporto qui sotto, il professor Gianfranco Vazzoler si è votato alla gogna mediatica: Firenze, 31 ott. (Adnkronos) – “I feti, i neonati fortemente prematuri, i ritardati mentali gravi e coloro che sono in uno stato vegetativo permanente, cioè senza speranza, costituiscono esempi di non persone umane….

Read More

Amina, cittadina italiana o negra pazza?

Sapete quella storia dei sei gradi di separazione? Al di là del film e della teoria, è un’ipotesi di lavoro eccellente quando ci si trova di fronte a storiacce come questa: ROMA – Ha denunciato di essere stata “ingiuriata e tenuta nuda per ore” dalla polizia nell’aeroporto di Ciampino. Per…

Read More

Ancora su Gentilini: commento ai commenti

Riportavo l’altro giorno il testo quasi integrale del vicesindaco sceriffo nonché quinto evangelista Gentilini, e sono arrivati due commenti. Che potevo lasciar lì, o commentare in fretta a mia volta. Invece li riprendo paro paro e mi ci dilungo, anche, perché tutt’e due meritano. Scrive Lorenzo: Sono sincero, non sono…

Read More

Impressioni di settembre (con tante scuse alla PFM)

È brutto da dire, ma anche settembre si avvia a diventare un mese noioso come aprile. Avremmo anche fatto volentieri a meno di parlarne se non fosse che ne parlano tutti; e siccome questo è uno di quei frangenti in cui si è più notati quando si arriva in ritardo,…

Read More